Classe 20/S: Lauree specialistiche in Fisica
Info: segreteria@fis.unipr.it      0521/905297
 Ordinamento didattico Logout
Riforma degli ordinamenti dei Corsi di Studio nella Classe di Scienze e

Università di Parma

Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali

 

Ordinamento didattico del Corso di Laurea Specialistica in
Fisica Teorica

 

Classe 20/S - Fisica.

 

Posizione Accademica - La struttura didattica responsabile del Corso di Laurea in Fisica Teorica è il Consiglio della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali e, per le materie ad esso delegate, il Comitato di settore per le Classi di Scienze e Tecnologie Fisiche.

 

Premessa generale

 

Il corso di Laurea Specialistica in Fisica Teorica ha l’obiettivo di formare specialisti orientati alla ricerca fondamentale in Fisica delle Particelle, Fisica della Gravitazione, Fisica degli Stati condensati, Fisica dei Sistemi Dinamici e che siano in grado di inserirsi in un contesto lavorativo di ricerca o di proseguire la formazione in Scuole di Dottorato di Ricerca. Il primo anno di studi sarà utilizzabile per maturare crediti formativi richiesti per accedere alle Scuole di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario. Per ottenere lo scopo, i crediti del biennio specialistico sono riservati per il 44% a discipline nel settore FIS/02 (Fisica Teorica, modelli e metodi matematici) mentre 20 CFU sono destinati alla formazione di base in Fisica a livello superiore. Inoltre 25 CFU sono destinati alle attività di preparazione alla prova finale che costituisce un momento importante nella formazione alla ricerca.

 

Obiettivi formativi:

 

Il laureato in Fisica Teorica

 

  • è dotato di buona conoscenza di base nei diversi settori della Fisica
  • ha familiarità con il metodo scientifico di indagine
  • ha competenze di base di laboratorio di Fisica e Informatica
  • è dotato di strumenti matematici e informatici in grado di affrontare problematiche tipiche della Fisica Teorica in ambito classico, quantistico e relativistico
  • è dotato di una solida preparazione teorica nella Fisica  delle Interazioni fondamentali
  • possiede specifiche competenze, sviluppate anche attraverso la preparazione per la prova finale, in uno degli ambiti di ricerca corrente in Fisica Teorica
  • ha capacità relazionali in ambito internazionale ed è in grado di inserirsi in lavoro di gruppo
  • è addestrato a tecniche di indagine mutuate dalla esperienza di ricerca nel campo della Fisica Teorica, ivi compresa l’applicazione del calcolo numerico avanzato, ed è quindi pronto ad applicarsi con successo ad un’ampia gamma di problemi che richiedono l’analisi di modelli complessi.

 

Principali sbocchi professionali:

 

  1. Collaboratore alla ricerca in Enti di ricerca pubblici e privati
  2. Analista-programmatore presso centri di produzione sofware o centri di calcolo industriali
  3. Accesso alle scuole di dottorato di ricerca
  4. Accesso alle scuole di specializzazione per insegnanti secondari di II ciclo

 

 

 

 

 

Prerequisiti

 

Per accedere al corso di Laurea Specialistica in Fisica Teorica è necessaria una laurea triennale nella classe XXV (Scienze e Tecnologie Fisiche) ovvero in altre classi di tipo scientifico tecnologico che prevedano una adeguata preparazione di base in Matematica, Fisica e Informatica.

 

Quadro generale delle attività formative.

 

Le attività formative previste si svolgeranno sotto forma di lezioni in aula (convenzionalmente denominati corsi cattedratici anche nel caso si avvalgano di sistemi multimediali) e corsi di laboratorio:

-       per i corsi cattedratici ogni credito corrisponde ad 8 ore di didattica frontale comprensive di      esercitazioni, ove previste;

-        per i corsi denominati “Laboratorio” ogni credito corrisponde a 12 ore di attività in sede; per questi corsi la percentuale di studio individuale è prevista in misura inferiore al 60% dato il particolare impegno “intra moenia”.

-    i corsi denominati “Laboratorio Teorico” rappresentano attività condotte in gruppi di studio in cui lo studente è condotto ad affrontare in dettaglio la soluzione di problemi complessi, anche richiedenti l’utilizzazione del calcolatore.

 

Sono prerequisiti formativi che si assumono conseguiti con la laurea di primo livello:

·   nozioni approfondite di algebra lineare, calcolo differenziale e integrale ed i fondamenti della geometria e dell’analisi matematica;

·  buona conoscenza teorica e sperimentale della fisica di base (Meccanica, Termodinamica, Elettromagnetismo ed Ottica);

·   elementi di fisica avanzata (Meccanica Analitica, Meccanica Quantistica, Meccanica Statistica, Relatività, Fisica della Materia, Fisica dei nuclei e delle particelle);

·       conoscenze di base in chimica;

·       elementi d’informatica e di analisi numerica orientati alle applicazioni;

·    esperienza in laboratorio di Fisica per fornire la pratica sperimentale atta a misurare, raccogliere ed analizzare dati;

·      buona conoscenza della lingua inglese.

 

Sono altresì previste nel biennio specialistico

 

  1. Attività per fornire complementi di Elettromagnetismo, Relatività speciale, Fisica Quantistica e Fisica Statistica atti a completare la formazione di base.
  2. Insegnamenti specifici in fisica quantistica relativistica e fisica delle particelle.
  3. Insegnamenti specialistici in Fisica delle Interazioni Fondamentali, Fisica degli Stati Condensati, Fisica dei Sistemi Dinamici, Relatività Generale, Astrofisica, Fisica dei Plasmi, Fisica Computazionale,  a disposizione per piani di studio differenziati.
  4. Laboratori Teorici intesi per formare specifiche capacità di soluzione di problemi con tecniche matematiche adeguate (algebra di Dirac, integrali di Feynman, teoria delle simmetrie,   simulazioni MonteCarlo, soluzioni delle equazioni di Einstein, processi stocastici) tipiche della Fisica Teorica.
  5. Laboratorio di Informatica avente lo scopo di sviluppare tecniche moderne per l’analisi dei dati.
  6. Attività assistite per la preparazione alla prova finale (Tesi specialistica). 

 

Requisiti d’ammissione

Non è prevista una prova d’ammissione. Il prospetto dei crediti, come illustrato nel seguito, è tale da permettere l’intero recupero dei crediti maturati con la Laurea Triennale in Fisica, curriculum generale, nella classe XXV. Il Regolamento Didattico del Corso di Studio prevede le modalità  per l’accertamento  degli eventuali debiti formativi  nelle materie scientifiche di base e gli strumenti atti al loro recupero nel corso del primo anno di studi.

 

Accreditamento dei CFU

L'accreditamento dei CFU avviene a seguito dell'esito positivo delle prove d’esame per la verifica dell'apprendimento che si effettuerà per  unità didattica o gruppi di unità didattiche omogenee.

 

Prova finale per il conseguimento del titolo

L'esame di laurea consiste nella discussione davanti ad una commissione ufficiale di un elaborato preparato sotto la guida di un docente (Relatore) su argomenti di Fisica Teorica; tale elaborato riporta un lavoro individuale, contenente elementi di  originalità, svolto all'interno del Dipartimento di Fisica o presso altri Dipartimenti o Università nel caso di Relatore esterno. In quest’ultimo caso viene indicato un docente del Dipartimento di Fisica quale corelatore interno. La discussione è rivolta anche a valutare la preparazione generale dello studente. Il Regolamento didattico del Corso di laurea determina i criteri per la definizione del voto di laurea, che è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso valuta il curriculum dello studente, la preparazione e la maturità scientifica da lui raggiunta al termine del corso di laurea.

 

 

 

Ripartizione dei Crediti Formativi Universitari (CFU)

 

Ambiti disciplinari

Settori scientifici

CFU

Matematica

MAT/*

26

34

 

Informatica

INF/01, ING-INF/05

8

Fis. Sperim. e Applicata

FIS/01-FIS/07

29

166

 

 

 

 

Fis. Teorica e Fondamenti

FIS/02-FIS/08

73

Microfisica e Strutt.Materia

FIS/03-FIS/04

18

A disposizione della sede

FIS/01-02-03-04-07-08

22

Laboratori

FIS/01-FIS/03-FIS/04-FIS/07

24

Chimica

CHIM/02-03-06

6

30

 

Curricula differenziati

Tutti tranne caratterizzanti

24

A scelta

 

17

17

Prova finale

 

31

35

 

Lingua straniera

Inglese

4

Tirocinio

 

10

18

 

Laboratorio Informatica

INF/01, ING-INF/05

8

 Totale crediti 

300

 

 

Crediti addizionali rispetto alla laurea triennale in Fisica

classe XXV - curriculum generale

 

Ambiti disciplinari

Settori scientifici

CFU

Fisica Sperimentale

FIS/01

5

Fisica Teorica, modelli e metodi matematici

FIS/02

53

Fisica della Materia

Fisica nucleare e subnucleare

FIS/03

FIS/04

10

A disposizione della sede

FIS/01-02-03-04-07-08

10

Curricula differenziati

Tutti tranne caratterizzanti

8

A scelta

 

5

Laboratorio Informatica

INF/01, ING-INF/05

4

Prova Finale

 

25

Totale crediti nel biennio specialistico

 

120

 

 

Suddivisione dei crediti negli ambiti della classe

 

Attività formative

Ambiti disciplinari

Settori scientifici

CFU

Totale

Classe 20S

a) Di base

 

 

Matematica

MAT/*

26

55

22

42

Informatica

INF/01, ING-INF/05

8

 

Fisica

FIS/*

21

20

b) Caratterizzanti

 

 

 

 

Fisica Sperimentale

Fisica Applicata

FIS/01

FIS/07

24

145

 

68

Fis. Teorica, Met. Matem.

Didattica e Storia d. Fisica

FIS/02

FIS/08

67

 

Fisica della Materia

Fisica nucl. e subnucleare

FIS/03

FIS/04

8

 

A disposizione della sede

FIS/01-02-03-04-07-08

22

 

Laboratorio di Fisica

FIS/01-FIS/03-FIS/04-FIS/07

24

20

c) Affini o integrative

 

Chimica

CHIM/02-03-06

6

30

6

30

Tutti

tranne caratterizzanti

24

 

d) Scelta studente

 

 

 

17

 

15

e) Prova finale

e ulteriori cap.ling.

 

 

31

35

 

25

Inglese

 

4

 

f) Lavoro

 

Tirocinio

 

10

18

 

18

Laboratorio di Informatica

INF/01, ING-INF/05

8

 

Totale

 

 

 

300

 

198

 

 

Prospetto degli insegnamenti[1]

 

Anno I

Elettrodinamica e Relatività

Meccanica  Quantistica

Corsi Integrativi

Lab. Informatica

Fisica Statistica

Teoria quantistica dei campi

Lab. Teorico

Fisica delle Particelle

Fisica della Gravitazione

Anno II

MenuB51

    Campi di gauge e rinormalizzazione

MenuB52

Lab. Teorico

Corso a scelta

 

Preparazione alla prova finale

 

Settori scientifici di riferimento, con indicazione dei crediti e degli ambiti formativi

 

Anno I

FIS/01 (5a)

FIS/02 (6a)

(8c)[2]

INF/01, ING-INF/03 (4f)

FIS/03 (5a)

FIS/02 (12b)

FIS/02 (10b)

FIS/04 (5a)

FIS/02 (5b)

Anno II

FIS/[01-08] (10b)

FIS/02 (6b)

FIS/02 (10b)

FIS/02 (4b)

(5d)[3]

 

 (25e)

 

 

 

 

 

 

 

Per comodità del lettore, a parte dall’allegato della classe di Fisica, riportiamo le declaratorie dei settori di Fisica.

 

 

Area 02 - Scienze fisiche

 

FIS/01 FISICA SPERIMENTALE

 

Comprende le competenze necessarie per effettuare ricerche sperimentali, in particolare quelle per investigare i processi fisici e i principi di funzionamento della strumentazione atta al controllo e alla rivelazione dei fenomeni, alla produzione e alla rivelazione delle radiazioni, alla metrologia e alla trattazione dei dati sperimentali. Comprende le competenze necessarie allo sviluppo e al trasferimento delle conoscenze per le tecnologie innovative.

 

Le competenze di questo settore riguardano anche la ricerca nei campi dell’acustica, dell’elettronica, dell’elettromagnetismo e della termodinamica.

 

FIS/02 FISICA TEORICA, MODELLI E METODI MATEMATICI

 

Comprende le competenze necessarie alla trattazione teorica dei fenomeni fisici, partendo da principi e da leggi fondamentali e con l'ausilio di adeguati strumenti matematici e computazionali, nonché le competenze atte all'approfondimento applicativo della matematica finalizzato alla investigazione, alla trattazione teorica e alla modellistica dei fenomeni fisici.

 

Le competenze di questo settore riguardano anche la ricerca nei campi dei fondamenti della fisica, dei sistemi dinamici, degli aspetti statistici dei sistemi fisici complessi, della relatività speciale e generale e delle teorie relativistiche.

 

FIS/03 FISICA DELLA MATERIA

 

Comprende le competenze necessarie alla trattazione teorica e sperimentale degli stati di aggregati sia atomici sia molecolari, nonché le competenze atte alla trattazione delle proprietà di propagazione e interazione dei fotoni con i campi e con la materia.

 

Le competenze di questo settore riguardano anche la ricerca nei campi della fisica atomica e molecolare, degli stati liquidi e solidi, dei composti e degli elementi metallici e semiconduttori, degli stati diluiti e dei plasmi, nonché della fotonica, dell’ottica, dell’optoelettronica e dell’elettronica quantistica.

 

FIS/04 FISICA NUCLEARE E SUBNUCLEARE

 

Comprende le competenze necessarie allo studio, da un punto di vista sia teorico sia sperimentale, dei fenomeni nucleari, subnucleari, spettroscopici, dei fenomeni riguardanti le particelle costituenti e le loro interazioni fondamentali nonché le competenze necessarie all'investigazione degli sviluppi tecnologici e strumentali connessi.

 

Le competenze di questo settore riguardano anche la ricerca nei campi della fisica legata ai reattori nucleari e alle sorgenti radiogene in genere, nonché nei campi dell’elettronica nucleare, della radioattività e della fisica delle particelle di origine cosmica.

 

FIS/05 ASTRONOMIA E ASTROFISICA

 

Comprende le competenze necessarie allo studio sia teorico sia osservativo dei fenomeni astronomici e astrofisici e cioè dei corpi celesti e dei sistemi di corpi celesti, della cosmologia, della fisica dei sistemi autogravitanti e della gravitazione soprattutto nei suoi aspetti classici, statistico-meccanici e computazionali, nonché della fisica spaziale e cosmica. Comprende anche le competenze atte allo sviluppo di metodologie e tecnologie innovative, osservative e computazionali, finalizzate all'approfondimento delle conoscenze specifiche.

 

Le competenze di questo settore riguardano pure la ricerca nei campi della fisica del mezzo interstellare e intergalattico, dello studio dei fenomeni emissivi ad alte energie nonché dei metodi matematici e computazionali specifici del settore.

 

FIS/06 FISICA PER IL SISTEMA TERRA E PER IL MEZZO CIRCUMTERRESTRE

 

Comprende le competenze necessarie alla definizione e al perfezionamento di metodologie fisiche e fisico-matematiche per lo studio della Terra solida e della Terra fluida e delle loro interazioni dinamiche, compresi i processi fisici di diffusione e turbolenza, del mezzo circumterrestre (incluse atmosfera, magnetosfera) e delle interazioni tra sistema Terra e sistema solare. Comprende anche le competenze atte alla progettazione, sviluppo e perfezionamento delle strumentazioni per le indagini sui macrosistemi terrestri e circumterrestri, nonché le competenze necessarie al perfezionamento e allo sviluppo delle metodiche di raccolta, trattazione e specifica interpretazione dei dati e della loro descrizione teorico-matematica.

 

FIS/07 FISICA APPLICATA (A BENI CULTURALI, AMBIENTALI, BIOLOGIA E MEDICINA)

 

Comprende l'applicazione di metodiche e tecniche fisiche innovative necessarie allo studio e alla conservazione dei beni culturali. Comprende anche le competenze atte allo studio e allo sviluppo di metodologie fisiche (teoriche e sperimentali) necessarie sia alla descrizione e alla comprensione della materia vivente nel contesto ambientale, biologico e medico, sia allo sviluppo e all'utilizzo della strumentazione necessaria al controllo e alla rivelazione di fenomeni fisici nell'ambito della prevenzione, diagnosi e cura. Le competenze di questo settore riguardano anche la ricerca nel campo dell’archeometria e della diagnostica dei beni culturali, della modellistica ambientale, della biofisica e delle tecniche fisiche della diagnostica biomedica, nonché nel campo della radioprotezione dell’uomo, dell’ambiente e delle cose.

 

FIS/08 DIDATTICA E STORIA DELLA FISICA

 

Comprende le competenze necessarie allo studio della storia della fisica a partire dalle origini delle idee fisiche e allo studio e allo sviluppo delle metodiche didattiche e di trasferimento dei concetti fondamentali e delle conoscenze della fisica.

Le competenze di questo settore riguardano anche le problematiche storiche, epistemologiche e didattiche connesse con i fondamenti della fisica classica e moderna.

 

 



[1] I quattro corsi indicati come MenuBnn sono scelti dallo studente sulla base dell’offerta di corsi integrativi di anno in anno aggiornata dalla Facoltà.

[2] Tutti i settori ad esclusione di FIS/01-02-03-04-07-08

[3] A scelta dello studente


Ultimo aggiornamento: 28/06/2004 00:00
HOMEPS